Il secondo piano di Palazzo Fabroni è il punto di partenza per una mostra costruita su un sistema binario di rappresentazione, che coinvolge due dei più celebri monumenti di Pistoia prossimi allo storico palazzo: i bianchi e i grigi di Sant'Andrea e i gialli, i verdi, i blu e i rossi dell'Ospedale del Ceppo. Nelle sale espositive  sono visibili opere appartenenti a stagioni diverse della carriera dell'artsta, da dipinti su tela del 1986 a realizzazioni ad hoc, che vedono la luce per la prima volta a Pistoia. La mostra è curata da Giovanni Agosti.