Il 14 ottobre 2006 AMACI promuoverà la seconda edizione della Giornata del Contemporaneo.
L’iniziativa, che prevede il coinvolgimento dei musei associati all’AMACI e di numerose altre organizzazioni e istituzioni italiane che operano nel settore dell’arte contemporanea, sarà sostenuta dalla DARC – Direzione per l’Architettura e l’Arte Contemporanea – del Ministero per i beni e le attività culturali.
Per tutto il giorno, una serie di eventi – mostre, convegni, incontri – arricchirà la proposta culturale del nostro Paese, col fine di coltivare nella coscienza collettiva la percezione dell’arte di oggi come elemento costitutivo del nostro patrimonio culturale.
Tutti gli aderenti apriranno gratuitamente al pubblico le proprie collezioni, nonché le mostre e le manifestazioni promosse.
Ne risulterà una mappa dell’arte di oggi che coinvolgerà non soltanto le grandi città ma anche i centri più piccoli, da sempre molto attivi, dove i musei hanno assunto il ruolo di poli culturali con la missione di presentare e valorizzare l’attività degli artisti contemporanei.

Ogni anno AMACI associa alla Giornata del Contemporaneo una "buona causa" da sostenere per diffondere un messaggio di solidarietà e responsabilità sociale. Durante la seconda Giornata del Contemporaneo, sarà ABA (Associazione Bulimia Anoressia) a comunicare presso i musei di AMACI il proprio progetto di prevenzione, informazione e ricerca sui disturbi alimentari.

La seconda Giornata del Contemporaneo è l’occasione per coinvolgere e sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto al ruolo dell’arte contemporanea nello sviluppo dell’identità culturale e nell’innovazione sociale ed economica.
AMACI si propone di costruire, con il supporto strategico di goodwill, un sistema innovativo per la sostenibilità dell’arte contemporanea in Italia, a cui è possibile aderire (Banca Popolare di Bergamo, Filiale n. 920, c/c 73199, CIN M, ABI 05428, CAB 11102, IBAN IT30 M054 2811 1020 0000 0073 199).