Artiparlando con Florian Hufnagel

Che ci fa il design al museo?

13/06/2013 - 13/06/2013

artiparlando, il ciclo di conferenze nato dalla collaborazione tra la Libera Università di Bolzano (Facoltà di Design e Arti) e Museion giunge quest’anno alla tredicesima edizione. Negli anni gli incontri di artiparlando hanno ospitato relatori d’eccezione: dal fotografo Oliviero Toscani al filosofo Massimo Cacciari, dagli imprenditori Alberto Alessi e Reinhold Würth al critico Germano Celant fino all’artista Rudolf Stingel, e molti altri.

Il ciclo 2013, intitolato “Art / Design Practices 2013”, propone un’analisi sul sistema dell’arte e del design oggi, tra biennali, fiere e musei.
 

Che ci fa il design al museo?

Florian Hufnagl, direttore della “Neue Sammlung” di Monaco dal 1990, è una delle personalità più importanti nell’ambito del design a livello mondiale. Sotto la sua responsabilità vi sono, tra l’altro, le mostre di design della “Pinakothek der Moderne” di Monaco e del “Neues Museum für Kunst und Design” di Norimberga. Nel suo intervento a Museion, Hufnagl si confronta con temi e domande che emergono dalla sua esperienza alla guida del museo. I prodotti, la merce industriale di massa, i computer, le apparecchiature tecniche, le automobili possono magari essere esposti in un museo della tecnica… ma insieme alle opere d’arte? E l’artigianato artistico? L’arte applicata? Cosa hanno a che fare con il design o con l’arte? Bisogna conservare oggetti d’uso quotidiano in un museo? E cosa significa la globalizzazione per il design e l’integrazione del design nel museo?

 

www.die-neue-sammlung.de

 

Informazioni:
artiparlando con Florian Hufnagl
13/06/2013
ore 20.00
Museion Passage

 

 

 

Facciata mediale con Marco Raparelli

Museion, Media Facade, Marco Raparelli, Foto Othmar Seehauser

05/09/2013 - 05/09/2013

Nuovo ciclo di proiezioni per la facciata mediale di Museion. “A Line Describing the Surface” - una linea che descrive una superficie: come racconta il titolo, la rassegna 2013 curata da Frida Carazzato, è dedicata al segno grafico. Partendo da un’analogia tra pelle e carta, la matita di quattro artisti interviene con video inediti su quella che è la “pelle” di Museion, la facciata, fatta di vetro e luce.

Il titolo del ciclo prende ispirazione da un’opera dell’artista inglese Anthony McCall’s (A Line Describing a Cone) e dalle sue installazioni di linee di luce nello spazio espositivo. A descrivere la superficie di Museion da giugno a settembre saranno invece le linee degli artisti Ian Tweedy, Brigitte Mahlknecht, Ciprian Muresan e Marco Raparelli.

 

Giovedì 5 settembre
ore 21 artist talk con
Marco Raparelli

ore 22 proiezione del video sulla facciata mediale di Museion, lato Talvera.

Il video verrà proiettato anche nei giorni 12, 19 e 26 settembre dalle ore 22 alle 24.

Facciata mediale con Marco Raparelli

Di sera le facciate di Museion fungono da superfici per la proiezione di opere d'arte e offrono una visione insolita, di grande suggestione.

26/09/2013 - 26/09/2013

Nuovo ciclo di proiezioni per la facciata mediale di Museion.
“A Line Describing the Surface” - una linea che descrive una superficie: come racconta il titolo, la rassegna 2013 curata da Frida Carazzato, è dedicata al segno grafico. Partendo da un’analogia tra pelle e carta, la matita di quattro artisti interviene con video inediti su quella che è la “pelle” di Museion, la facciata, fatta di vetro e luce.

Il titolo del ciclo prende ispirazione da un’opera dell’artista inglese Anthony McCall’s (A Line Describing a Cone) e dalle sue installazioni di linee di luce nello spazio espositivo. A descrivere la superficie di Museion da giugno a settembre saranno invece le linee degli artisti Ian Tweedy, Brigitte Mahlknecht, Ciprian Muresan e Marco Raparelli.


Ore 22 proiezione del video di Marco Raparelli sulla facciata mediale di Museion, lato Talvera.

Il video verrà proiettato dalle ore 22 alle 24.

Facciata mediale con Marco Raparelli

Di sera le facciate di Museion fungono da superfici per la proiezione di opere d'arte e offrono una visione insolita, di grande suggestione.

19/09/2013 - 19/09/2013

Nuovo ciclo di proiezioni per la facciata mediale di Museion. “A Line Describing the Surface” - una linea che descrive una superficie: come racconta il titolo, la rassegna 2013 curata da Frida Carazzato, è dedicata al segno grafico. Partendo da un’analogia tra pelle e carta, la matita di quattro artisti interviene con video inediti su quella che è la “pelle” di Museion, la facciata, fatta di vetro e luce.

Il titolo del ciclo prende ispirazione da un’opera dell’artista inglese Anthony McCall’s (A Line Describing a Cone) e dalle sue installazioni di linee di luce nello spazio espositivo. A descrivere la superficie di Museion da giugno a settembre saranno invece le linee degli artisti Ian Tweedy, Brigitte Mahlknecht, Ciprian Muresan e Marco Raparelli.


Ore 22 proiezione del video di Marco Raparelli sulla facciata mediale di Museion, lato Talvera.

Il video verrà proiettato anche il 26 settembre dalle ore 22 alle 24.

Facciata mediale con Marco Raparelli

Di sera le facciate di Museion fungono da superfici per la proiezione di opere d'arte e offrono una visione insolita, di grande suggestione.

12/09/2013 - 12/09/2013

Nuovo ciclo di proiezioni per la facciata mediale di Museion. “A Line Describing the Surface” - una linea che descrive una superficie: come racconta il titolo, la rassegna 2013 curata da Frida Carazzato, è dedicata al segno grafico. Partendo da un’analogia tra pelle e carta, la matita di quattro artisti interviene con video inediti su quella che è la “pelle” di Museion, la facciata, fatta di vetro e luce.

Il titolo del ciclo prende ispirazione da un’opera dell’artista inglese Anthony McCall’s (A Line Describing a Cone) e dalle sue installazioni di linee di luce nello spazio espositivo. A descrivere la superficie di Museion da giugno a settembre saranno invece le linee degli artisti Ian Tweedy, Brigitte Mahlknecht, Ciprian Muresan e Marco Raparelli.
 

Ore 22 proiezione del video di Marco Raparelli sulla facciata mediale di Museion, lato Talvera.

Il video verrà proiettato anche nei giorni 19 e 26 settembre dalle ore 22 alle 24.

Facciata mediale con Ciprian Muresan

Di sera le facciate di Museion fungono da superfici per la proiezione di opere d'arte e offrono una visione insolita, di grande suggestione.

29/08/2013 - 29/08/2013

Nuovo ciclo di proiezioni per la facciata mediale di Museion.
“A Line Describing the Surface” - una linea che descrive una superficie: come racconta il titolo, la rassegna 2013 curata da Frida Carazzato, è dedicata al segno grafico. Partendo da un’analogia tra pelle e carta, la matita di quattro artisti interviene con video inediti su quella che è la “pelle” di Museion, la facciata, fatta di vetro e luce.

Il titolo del ciclo prende ispirazione da un’opera dell’artista inglese Anthony McCall’s (A Line Describing a Cone) e dalle sue installazioni di linee di luce nello spazio espositivo. A descrivere la superficie di Museion da giugno a settembre saranno invece le linee degli artisti Ian Tweedy, Brigitte Mahlknecht, Ciprian Muresan e Marco Raparelli.

 

Ore 22 proiezione del video di Ciprian Muresan sulla facciata mediale di Museion, lato Talvera.

Il video verrà proiettato dalle ore 22 alle 24.

Facciata mediale con Ciprian Muresan

Di sera le facciate di Museion fungono da superfici per la proiezione di opere d'arte e offrono una visione insolita, di grande suggestione.

22/08/2013 - 22/08/2013

Nuovo ciclo di proiezioni per la facciata mediale di Museion.
“A Line Describing the Surface” - una linea che descrive una superficie: come racconta il titolo, la rassegna 2013 curata da Frida Carazzato, è dedicata al segno grafico. Partendo da un’analogia tra pelle e carta, la matita di quattro artisti interviene con video inediti su quella che è la “pelle” di Museion, la facciata, fatta di vetro e luce.

Il titolo del ciclo prende ispirazione da un’opera dell’artista inglese Anthony McCall’s (A Line Describing a Cone) e dalle sue installazioni di linee di luce nello spazio espositivo. A descrivere la superficie di Museion da giugno a settembre saranno invece le linee degli artisti Ian Tweedy, Brigitte Mahlknecht, Ciprian Muresan e Marco Raparelli.

 

Ore 22 proiezione del video di Ciprian Muresan sulla facciata mediale di Museion, lato Talvera.

Il video verrà proiettato anche il 29 agosto dalle ore 22 alle 24.

Facciata mediale con Ciprian Muresan

Di sera le facciate di Museion fungono da superfici per la proiezione di opere d'arte e offrono una visione insolita, di grande suggestione.

15/08/2013 - 15/08/2013

Nuovo ciclo di proiezioni per la facciata mediale di Museion.
“A Line Describing the Surface” - una linea che descrive una superficie: come racconta il titolo, la rassegna 2013 curata da Frida Carazzato, è dedicata al segno grafico. Partendo da un’analogia tra pelle e carta, la matita di quattro artisti interviene con video inediti su quella che è la “pelle” di Museion, la facciata, fatta di vetro e luce.

Il titolo del ciclo prende ispirazione da un’opera dell’artista inglese Anthony McCall’s (A Line Describing a Cone) e dalle sue installazioni di linee di luce nello spazio espositivo. A descrivere la superficie di Museion da giugno a settembre saranno invece le linee degli artisti Ian Tweedy, Brigitte Mahlknecht, Ciprian Muresan e Marco Raparelli.

 

Ore 22 proiezione del video di Ciprian Muresan sulla facciata mediale di Museion, lato Talvera.

Il video verrà proiettato anche nei giorni 22 e 29 agosto dalle ore 22 alle 24.

Facciata mediale con Ciprian Muresan

Di sera le facciate di Museion fungono da superfici per la proiezione di opere d'arte e offrono una visione insolita, di grande suggestione.

08/08/2013 - 08/08/2013

Nuovo ciclo di proiezioni per la facciata mediale di Museion. “A Line Describing the Surface” - una linea che descrive una superficie: come racconta il titolo, la rassegna 2013 curata da Frida Carazzato, è dedicata al segno grafico. Partendo da un’analogia tra pelle e carta, la matita di quattro artisti interviene con video inediti su quella che è la “pelle” di Museion, la facciata, fatta di vetro e luce.

Il titolo del ciclo prende ispirazione da un’opera dell’artista inglese Anthony McCall’s (A Line Describing a Cone) e dalle sue installazioni di linee di luce nello spazio espositivo. A descrivere la superficie di Museion da giugno a settembre saranno invece le linee degli artisti Ian Tweedy, Brigitte Mahlknecht, Ciprian Muresan e Marco Raparelli.

 

Ciprian Muresan

Giovedì 8 agosto
ore 21 artist talk con
Ciprian Muresan

ore 22 proiezione del video sulla facciata mediale di Museion, lato Talvera.

Il video verrà proiettato anche nei giorni 15, 22 e 29 agosto dalle ore 22 alle 24.

Facciata mediale con Brigitte Mahlknecht

Di sera le facciate di Museion fungono da superfici per la proiezione di opere d'arte e offrono una visione insolita, di grande suggestione.

25/07/2013 - 25/07/2013

Nuovo ciclo di proiezioni per la facciata mediale di Museion.
“A Line Describing the Surface” - una linea che descrive una superficie: come racconta il titolo, la rassegna 2013 curata da Frida Carazzato, è dedicata al segno grafico. Partendo da un’analogia tra pelle e carta, la matita di quattro artisti interviene con video inediti su quella che è la “pelle” di Museion, la facciata, fatta di vetro e luce.

Il titolo del ciclo prende ispirazione da un’opera dell’artista inglese Anthony McCall’s (A Line Describing a Cone) e dalle sue installazioni di linee di luce nello spazio espositivo. A descrivere la superficie di Museion da giugno a settembre saranno invece le linee degli artisti Ian Tweedy, Brigitte Mahlknecht, Ciprian Muresan e Marco Raparelli.

Il ciclo continua con Brigitte Mahlknecht che presenta “La Gabbia”, un video ispirato alla celebre poesia di Rainer Maria Rilke “Der Panther”. Nel lavoro proiezione e struttura architettonica sono legate: come una gabbia, le griglie della facciata di Museion “imprigionano” un pianeta, un mondo di linee in continuo, irrequieto movimento.

 

Ore 22 proiezione del video di Brigitte Mahlknecht sulla facciata mediale di Museion, lato Talvera.

Il video verrà proiettato  dalle ore 22 alle 24.

Pagine