MENU
VASARI. LE VITE
Opera video di Federico Tiezzi - Evento online
Sandro Lombardi, screenshot da Ritratto di Pontormo, opera video di Federico Tiezzi
11 December 2021
Descrizione

Sabato 11 dicembre 2021 il Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni (Pistoia) partecipa online alla diciassettesima edizione della GIORNATA DEL CONTEMPORANEO promossa da AMACI con Vasari. Le Vite, opera video di Federico Tiezzi.

Si tratta dei tre video-ritratti dei pittori Buffalmacco (Giovanni Guerrieri), Rosso Fiorentino (Roberto Latini) e Pontormo (Sandro Lombardi), realizzati da Federico Tiezzi sulla riscrittura drammaturgica di Fabrizio Sinisi di altrettante Vite vasariane, con scene e costumi di Giovanni Frangi: una produzione della Compagnia Lombardi-Tiezzi, realizzata con il sostegno di Fondazione Toscana Spettacolo onlus Regione Toscana - Progetto «Così remoti così vicini. Nuove idee per un teatro a distanza» in collaborazione con l'Associazione Teatrale Pistoiese e con il contributo di Regione Toscana e Ministero della Cultura.

In questo nuovo lavoro di video-arte e teatro, Tiezzi ha immaginato di dare una voce nuova agli artisti delle Vite di Giorgio Vasari. Attraverso le parole di Vasari, reinterpretate drammaturgicamente da Fabrizio Sinisi, si ripercorrono infatti le vite di tre celebri pittori toscani, tre artisti eccentrici e visionari quali Buonamico di Buffalmacco, Rosso Fiorentino e Jacopo da Pontormo, le cui vicende biografiche si intrecciano a fatti artistici di rilievo nella Toscana tra Medioevo e Rinascimento, sullo sfondo di una terra finemente evocata dalla straordinaria lingua di Giorgio Vasari. Tiezzi ha ideato e realizzato questi tre video-ritratti a metà tra l’arte figurativa e il teatro: le voci e i corpi degli attori Giovanni Guerrieri (Buffalmacco), Roberto Latini (Rosso Fiorentino) e Sandro Lombardi (Pontormo) immergono lo spettatore nelle passioni, le ansie, le ferite di artisti così distanti eppure così vicini a noi contemporanei.
I costumi e gli oggetti di scena sono di Giovanni Frangi, la cui opera Gilbert (2014) è giunta nella collezione permanente del Museo del Novecento e del Contemporaneo a seguito della mostra, curata da Giovanni Agosti, che inaugurò la programmazione espositiva di Palazzo Fabroni nel 2017, anno di Pistoia Capitale Italiana della Cultura. Il direttore della fotografia è Davide Barbafiera, gli operatori di camera Alessandro Serravalle e Francesca Leoncini. Il catalogo è a cura di Sandro Lombardi per le Edizioni Magonza.
In occasione della Giornata del Contemporaneo i tre video-ritratti sono interamente visibili online.

Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni
View on map
Sant'Andrea 18, 51100, Pistoia, PT, Italia
Contatto
Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni
Sant'Andrea 18, 51100, Pistoia, PT, Italia