Karin Sander (Bensberg, Germania 1957) è interessata all’intersezione tra opera d’arte, pubblico e istituzione. I suoi interventi, che spesso si trovano al limite della percettibilità, si integrano perfettamente nei rispettivi contesti e confrontano chi osserva con le proprie aspettative. In questo senso, lo scarto tra il quotidiano e l’arte risulta ridotto al minimo. Anche la sua personale a Museion sarà concepita appositamente per gli spazi dell’istituzione e presenterà lavori esistenti e opere create per l’occasione.

 

A cura di Letizia Ragaglia