Vincitrice del Leone d’Argento e del Carnegie Art Award, presente nelle maggiori collezioni del mondo, tra le protagoniste dell’arte contemporanea del Nord Europa, la svedese Nathalie Djurberg ha esposto nelle più importanti istituzioni internazionali, tra cui Tate Britain, P.S.1 di New York, Walker Art Center di Minneapolis, 21st Century Minsheng Art Museum di Shanghai e Fondazione Prada di Milano.
Da anni Djurberg collabora con Hans Berg, musicista, produttore e compositore, particolarmente noto negli ambienti dell’elettronica e della sperimentazione. Insieme i due artisti costruiscono grandi installazioni immersive, veri e propri paesaggi dell’assurdo che indagano le dinamiche e le contraddizioni del nostro tempo. Tra ironia e paradosso i due artisti mettono in scena taglienti allegorie dei sentimenti più viscerali e grotteschi: gelosia, vendetta, cupidigia e lussuria.
Seconda tappa del progetto che coinvolge Moderna Museet e Schirn Kunsthalle, l’esposizione è la più ampia rassegna mai realizzata dedicata al duo svedese.

La mostra è prodotta da Moderna Museet in collaborazione con Mart e Schirn Kunsthalle Frankfurt.

mart.tn.it/djurberg&berg