MENU
PAOLA ANGELINI. Splendor Solis
#PROJECT ROOM 1/2021
A cura di: Elisabetta Barisoni
1 ottobre – 1 novembre 2021
gio, ven, sab, dom: 11:00 – 17:00
La mostra

Selezionata nel 2019 ad Art Verona per il programma Level 0, Paola Angelini è stata invitata da Ca’ Pesaro per la XVI edizione/2020 della Giornata del Contemporaneo, iniziativa di AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani. Tenuta il 5 dicembre 2020 in modalità esclusivamente digitale a causa dell’emergenza sanitaria, la Giornata del Contemporaneo è stata preparata invitando la pittrice marchigiana a lavorare nelle sale della collezione. Nel mese di ottobre 2020 Paola Angelini ha trascorso alcune settimane a contatto con i capolavori della Galleria di Ca’ Pesaro, lavorando direttamente nelle sale durante i giorni di chiusura al pubblico. Il silenzio e la quiete le hanno dato la possibilità dialogare con le opere, di carpire i segreti dei Maestri, di confrontarsi con le luci e le ombre della nostra Storia. La project room del Museo riapre partendo dall’esperienza di Paola Angelini e dalle sue memorie del periodo trascorso a Ca’ Pesaro. La grande tela Splendor Solis è un’opera in divenire, un work in progress che l’artista concluderà durante l’esposizione qui a Venezia. Si tratta di un omaggio dell’artista alle collezioni del Museo e un’ulteriore testimonianza della vitalità della Galleria, che fin dai primi anni del ‘900 ha ospitato insieme ai capolavori dei più importanti protagonisti dell’arte internazionale anche le produzioni delle giovani e rivoluzionarie avanguardie. «Durante i mesi della pandemia, quando il museo era chiuso al pubblico, ho avuto la possibilità di lavorare tra i capolavori del 900 che da sempre fanno parte del mio immaginario. Sono stata a dipingere davanti ai maestri non solo per carpirne i segreti del mestiere, ma soprattutto per collocare nel mio immaginario le diverse influenze in un modo più consapevole. Quello che ho fatto tra queste sale è stato osservare, leggere le opere come fossero dei libri aperti davanti a me. Sono poi tornata nel mio studio e lì ho lasciato decantare ciò che avevo dipinto e studiato. È nato cosi un ciclo di lavori composti da 17 tele, in cui la memoria dei dipinti del 900 italiano si integra e crea un dialogo con la mia memoria personale, i miei soggetti, la mia storia. La tela “Splendor Solis”, da cui prende nome il progetto per la project room di Ca’ Pesaro fa parte di questo ultimo ciclo di tele. È un lavoro che ho voluto lasciare aperto, incompiuto, un dipinto in divenire che può accogliere momenti del pensiero diversi, riflessioni e appunti sulla figurazione, sulla composizione e sulla materia pittorica. Ho scelto di proseguirla e concluderla nel museo, dove ha avuto inizio questa fase di studio. La project room diventa per alcuni giorni il mio studio, un luogo intimo, isolato, di riflessione, ma aperto al pubblico e al confronto. Potrò cosi riflettere su quel dipinto nello specifico, concludere un ciclo di lavoro durato più di un anno e interrogarmi sul mestiere del pittore.» Paola Angelini, settembre 2021

https://capesaro.visitmuve.it/it/mostre/mostre-in-corso/paola-angelini-splendor-solis/2021/09/21594/splendor-solis/

Usiamo cookie per ottimizzare il nostro sito web ed i nostri servizi.Leggi tutto
Su questo sito web viene utilizzato Google Analytics (GA4) come cookie analitico di terze parti, al fine di analizzare in maniera anonima la navigazione e di realizzare statistiche sulle visite; l’indirizzo IP degli utenti non è “in chiaro”, pertanto, questo cookie viene equiparato ai cookie tecnici e non richiede il consenso dell’utente.
Accetta
Rifiuta