MENU
Giuliana Rosso. Finchè quel che fantastichiamo è stato
Sonorizzazione dell’opera realizzata da Ramona Ponzini Incontro con le artiste e Marcella Beccaria
Finchè quel che fantastichiamo è stato, 2020, è un’installazione ambientale commissionata a Giuliana Rosso in occasione della mostra Espressioni. La proposizione e recentemente entrata a far parte delle Collezioni del Castello quale comodato dalla Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT. L’opera della giovane artista torinese sottolinea il paradosso dell’iperconnesione digitale che, pur moltiplicando le relazioni, delinea uno spazio di inquietante e angosciosa solitudine. L’artista ha immaginato l’opera come una sorta di “piccolo racconto cataclismico” proponendo l’atmosfera di una cameretta da adolescente abitata da vari personaggi tra cui una ragazzina e un avatar. Questo luogo/asteroide, disperso in un’area remota delle memorie adolescenziali dell’artista, deflagra in un’esplosione di cui sarà possibile percepire oscillazioni foniche e onde elettromagnetiche grazie al nuovo intervento appositamente realizzato da Rosso, una sound performance in collaborazione con il compositore Luca Garino. La performance sonora sarà presentata esclusivamente sabato 11 dicembre in occasione della Diciassettesima Giornata del Contemporaneo. A seguire Giuliana Rosso dialogherà con Marcella Beccaria, Capo Curatore e Curatore delle Collezioni del Castello di Rivoli, nonché Vice Presidente AMACI.
11 dicembre 2021
16:00 – 17:00
Usiamo cookie per ottimizzare il nostro sito web ed i nostri servizi.Leggi tutto
Su questo sito web viene utilizzato Google Analytics (GA4) come cookie analitico di terze parti, al fine di analizzare in maniera anonima la navigazione e di realizzare statistiche sulle visite; l’indirizzo IP degli utenti non è “in chiaro”, pertanto, questo cookie viene equiparato ai cookie tecnici e non richiede il consenso dell’utente.
Accetta
Rifiuta