MENU
Il Museo Nazionale di Ravenna – Nello spazio… del Contemporaneo
Il Museo Nazionale di Ravenna, luogo della tradizione, si è aperto da più di un decennio all'arte contemporanea, ospitando eventi temporanei e una sezione permanente.
Immagine MiBACT
8 ottobre 2022
16:00 – 23:00
Descrizione

In occasione della Giornata del Contemporaneo apre le porte gratuitamente al pubblico il Museo Nazionale di Ravenna - Luogo del Contemporaneo.

IIl Museo Nazionale di Ravenna ha sede nell’ex monastero di S. Vitale e custodisce prestigiose testimonianze provenienti dai monumenti paleocristiani e bizantini. Due ariosi chiostri ospitano il lapidario, con importanti reperti marmorei e nel Refettorio è esposto un ciclo di affreschi di Pietro da Rimini. Al primo piano è esposta la più grande raccolta di arti applicate della Romagna, dai tessuti medievali ai bronzetti rinascimentali.
Nel 2020 è stata inaugurata negli antichi spazi monastici del pianterreno una nuova sala dedicata all’arte contemporanea, che accoglie opere donate al termine di esposizioni temporanee degli ultimi dieci anni o acquisite nel tempo tramite specifici progetti. Le opere donate testimoniano la stretta relazione instaurata con il Museo, che ricopre la duplice veste di luogo della memoria ma anche di stimolo alla creatività contemporanea sia per gli artisti coinvolti che per i fruitori stessi.
Nel 2021 ha accolto al primo piano l’istallazione Mare Magnum Nostrum, un progetto dell’artista Gea Casolaro, a cura di L. Regano, promosso dalla Direzione Regionale Musei Emilia-Romagna e realizzato grazie al sostegno dell’Italian Council (VIII edizione), programma della Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiC. La grande opera a partecipazione collettiva raccoglie attraverso le fotografie molteplici visioni del “Mediterraneo”, mare che rappresenta il cuore della nostra civiltà e sempre più paradigma di concetti “chiave” del nostro presente.
Prosegue anche l’attività di esposizione, in collaborazione con Enti pubblici o associazioni per la promozione culturale.
In occasione della VII edizione della Biennale di Mosaico Contemporaneo Emanuela Fiori, direttrice del Museo e Alessandra Carini, direttrice di MAG Magazzeno Art Gallery, presentano Nello spazio. Tre artisti emergenti, Mitsuyasu Hatakeda, Caterina Dondi e Tera Drop, scelti tra i partecipanti di Equidistanze Residenze Artistiche sono chiamati ad intervenire su due luoghi caratteristici del Museo con opere site specific, in stretto dialogo con gli spazi architettonici e naturali presenti nei primi due chiostri del Museo.
In occasione della Giornata del Contemporaneo sarà possibile la visita all’intero museo e si potrà ritirare in omaggio uno dei cataloghi o brochure di precedenti mostre del Museo.

Usiamo cookie per ottimizzare il nostro sito web ed i nostri servizi.Leggi tutto
Su questo sito web viene utilizzato Google Analytics (GA4) come cookie analitico di terze parti, al fine di analizzare in maniera anonima la navigazione e di realizzare statistiche sulle visite; l’indirizzo IP degli utenti non è “in chiaro”, pertanto, questo cookie viene equiparato ai cookie tecnici e non richiede il consenso dell’utente.
Accetta
Rifiuta