Andrea Carnevali

"Le radici della vita" di Guido Armeni

Chiesa di San Filippo Neri

15/10/2016 - 17/10/2016 10:30 - 18:00



La bellezze delle piante, verdeggianti e ombrose, spesso risuonano del cinguettio degli uccelli; i prati coperti da un tappeto soffice di velluto verde possono scomparire all’improvviso per un incendio: quando vengono fatti ardere incautamente distruggono “intere zone verdi”. Nell’aria si diffonde l’odore del legno incenerito insieme al profumo dei legni odorosi che bruciano.

Guido Armeni, infatti, racconta negli alberi dipinti e nelle sculture la natura primordiale e incontaminata di un mondo arcaico che diventa, dopo un incendio, più forte di prima. L’artista ha, infatti, una visione dell'ambiente quasi religiosa. Egli si ispira all’oriente: le piante che bruciano e si riproducono per mezzo delle loro ceneri, rinascono più forti e rigogliose di prima. Sono le stesse ceneri a concimare la terra ed a far ricresce la natura che è stata distrutta per mano dell’uomo.
Ciò fa pensare, anche, al valore magico-religioso dell’immersione nell’acqua del battesimo oppure alla consacrazione attraverso le ceneri sacre.

Andrea Carnevali

(testo estratto dalla rivista Storia e Storie delle Marche, n. 3 - 2015)


Attività collaterali

Mattima: i ragazzi e i bambini dele scuole incontrano l'artita. Pomeriggio: pesentazione della mostra alle ore 16,00 - Dialoghi tra autori: Guido Armeni, scultore e Donatella Pazzelli, scrittrice sul tema degli alberi e della natura.

Per informazioni