Vocabolomacchia teatro.studio / ass. Ippocampo

VÆKSTHUS nella serra dell’Odin Teatret - VÆKSTHUS in Odin Teatret's greenhouse

ex scuole medie di Lugnano in Teverina (Tr) piazza Marconi, 6 - borgo storico. - ex school of Lugnano (Tr) Piazza Marconi, 6 - historic village.

10/10/2015 - 11/10/2015 10:00 - 23:00

VÆKSTHUS
nella serra dell’Odin Teatret
installazione narrante di Rossella Viti
… e come una vera serra la si può attraversare e abitare scegliendo da sé le azioni, i tempi, il percorso. E’ un semplice esercizio dello sguardo e del cuore, della mente e dell’ascolto, una strategia della memoria emotiva che più non ci lascia.
‘Væksthus’ è un’istallazione – narrazione che invita lo spettatore in un’insolita esperienza giocata nel dialogo tra tempo della visione e tempo dell’ascolto. Nasce dal desiderio di raccontare l’Odin Teatret, entrando, goccia a goccia, nelle stanze più intime del lavoro, incontrando gli attori, il regista, lo spettatore, la scena. Nel percorso sono le immagini fotografiche a segnare gli spazi, mentre sono le voci a suggerire il tempo dell’attraversamento. Guidati da questo gioco di richiami entriamo nello spettacolo dell’ensemble Odin “La Vita cronica” nelle sue storie visive e sonore, dentro e fuori la scena, tra attori che si spogliano e personaggi che si vestono, tra le parole del regista che ci accoglie spettatori e ci trasforma in suoi alter ego.


Væksthus is an installation - narration that invites the spectator to experience the unusual dialogue that takes place in between the time of seeing and the time of listening. The installation was born from the desire of discovering Odin Teatret by entering, little by little, into the most intimate work rooms, meeting the actors, the director, the spectators and the performance. Along the way, the photographs mark the spaces, while the voices suggest the passing of time.
Guided by these evocations, we move into Odin Teatret's ensemble performance "The Chronic Life", getting to know stories that belong on and off stage, among people who undress and characters that put clothes on, among the dances of the actor and those of the director who welcomes us spectators and turns us into his alter ego.
Concept, photos, interviews: Rossella Viti
Installation: Rossella Viti with Roberto Giannini, Vocabolomacchia teatro.studio / Ippocampo with the support of Odin Teatret / Nordisk Teaterlaboratorium

Per informazioni