MENU
"Remoto" di Giorgio Andreotta Calò
18^ Giornata del Contemporaneo
Giorgio Andreotta Calò, Remoto, 2020-2022
8 ottobre 2022
11:00 – 19:00
18a Giornata del Contemporaneo - Galleria d'Arte Moderna Achille Forti : Giorgio Andreotta Calò

Sabato 8 ottobre 2022 torna la Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani che da diciotto anni coinvolge musei, fondazioni, istituzioni pubbliche e private, gallerie, studi e spazi d'artista per raccontare la vitalità dell'arte contemporanea nel nostro Paese.

 

La Galleria d’Arte Moderna Achille Forti presenta un programma particolarmente rilevante: la visita alle collezioni d’arte contemporanea esposte alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti a Palazzo della Ragione, seguita da una tappa presso il Famedio di Palazzo Forti, uno spazio scelto proprio da Giorgio Andreotta Calò per presentare in anteprima un elemento dell’opera Remoto, progetto vincitore dell’avviso pubblico PAC2020 - Piano per l’Arte Contemporanea, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, prodotto da Studio Giorgio Andreotta Calò in collaborazione con i Musei Civici di Verona, a cura di Elena Forin, che avrà come fulcro una installazione al Museo di Castelvecchio collegata, tramite altri carotaggi, al circuito della rete museale civica.

 

Remoto è un’opera di Giorgio Andreotta Calò in stretta relazione con il contesto culturale e naturale veronese, e si origina da una campagna geognostica volta a rintracciare, tramite carotaggi estratti nel territorio, diverse sequenze di strati rocciosi.

 

Le sequenze stratigrafiche consecutive e integre sono state selezionate e destinate a tre sedi dei Musei Civici e nello specifico:

- un intervento site specific, realizzato ad hoc per il Giardino di Castelvecchio (lunghezza 38 ml);

- per la Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, con il prezioso contributo di ArtVerona, un carotaggio di 12 ml che andrà ad arricchire la collezione del contemporaneo e a dialogare con le altre opere della raccolta civica;

- al Museo di Storia Naturale un carotaggio ideato esclusivamente per attività di ricerca e studio (lunghezza 10,5 ml).

 

Nella collocazione temporanea nel cortile di Palazzo Forti, la posizione orizzontale dell’opera di Andreotta Calò andrà a dialogare con verticalità dell’opera di Sol LeWitt - uno dei maestri più consacrati dell’arte contemporanea e massimo esponente del minimalismo americano - in ragione di un’affinità concettuale che appartiene e accomuna entrambi gli artisti promuovendo così una circuitazione di forme, linguaggi e idee in grado di rivendicare una nuova visione dell’autonomia creativa.

 

Nell’ambito del progetto, oltre ad uno specifico programma didattico ideato ad hoc per festeggiare la Giornata del Contemporaneo, sabato 15 ottobre, in concomitanza con ArtVerona, sarà inaugurato l’intervento site-specific ideato per il Giardino del Museo di Castelvecchio.

 

--------------------------------------------------------------------------------

 

Giorgio Andreotta Calò

 

Giorgio Andreotta Calò (Venezia 1979) è un artista italiano che vive e lavora tra Italia e Olanda. Ha studiato scultura all’Accademia di Belle Arti di Venezia e alla Kunsthochschule di Berlino, diplomandosi nel 2005 con una tesi su Gordon Matta-Clark.

 

Tra il 2001 e il 2007 è stato assistente di Ilya ed Emilia Kabakov. Nel 2008 si è trasferito in Olanda dove è stato artista in residenza alla Rijksakademie van Beeldende Kunsten di Amsterdam (2009-2011). Nel 2011 il lavoro di Calò è stato presentato alla 54.ma Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia diretta da Bice Curiger. Nel 2012 ha vinto il Premio Italia per l’arte contemporanea promosso dal Museo MAXXI di Roma con l’opera Prima che sia notte.

Tra il 2012 e il 2013 è stato artista in residenza presso il Centre National d’Art Contemporain di Villa Arson (Nizza, Francia). Nel 2014 vince il Premio New York, promosso dal Ministero per gli Affari Esteri Italiano.

 

Nel 2017 Calò è uno dei tre artisti invitati a rappresentare l’Italia nel Padiglione curato da Cecilia Alemani nell’ambito della 57.ma Esposizione Internazionale d’Arte, La Biennale di Venezia. Nel 2017, con il progetto Anastasis, vince il bando Italian Council promosso dal MiC, per la realizzazione di un’installazione monumentale presentata nel 2018 presso l’Oude Kerk di Amsterdam. Nel 2019 gli viene dedicata una mostra personale presso Pirelli HangarBicocca.

 

Tra le sue ultime esposizioni:

 

- 2022 ΊΚΑΡΟΣ (ICARUS), ZERO..., Milano, Italia

- 2022 La Collezione Impermanente, a cura di Sara Fumagalli, Valentina Gervasoni e A. Fabrizia Previtali, GAMeC, Bergamo, Italia

- 2022 Geografie. Raccontare i tempi, raccontare i luoghi, a cura di Emma Zanella e Alessandro Castiglioni, MA*GA, Gallarate, Italia

- 2021-22 Rethinking Nature a cura di Kathryn Weir e Ilaria Conti, Museo Madre, Napoli, Italia

- 2020 Litosfera, a cura di Cristiana Perrella, Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Prato, Italia

- 2020 REAL_ITALY, a cura di Eleonora Farina and Matteo Piccioni, MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma, Italia

- 2019 Annunciazione, Sprovieri, Londra, Regno Unito

- 2019 CITTÀDIMILANO, a cura di Roberta Tenconi, Pirelli HangarBicocca, Milano

- 2018 Anastasis (ἀνάστασις), a cura di Jacqueline Grandjean, Oude Kerk, Amsterdam, Paesi Bassi (progetto vincitore del 2° bando Italian Council promosso da MiC)

- 2017 Il mondo magico, a cura di Cecilia Alemani, Padiglione Italia, 57.ma Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, Venezia, Italia

 

Principali pubblicazioni:

 

- 2020 Tenconi R. (a cura di), CITTÀDIMILANO, Skira, Milano (catalogo della mostra)

- 2019-20 Grandjean J. (a cura di), Anastasis, Roma Publications, Amsterdam (catalogo della mostra Anastasis - ἀνάστασις)

- 2017 Alemani C. (a cura di), Il mondo magico, Marsilio Editori, Venezia (catalogo della mostra)

- 2014 Ambrožič M. e Italiano C. (a cura di) Prima che sia notte, Edizioni Archive Books, Berlino (in occasione dell’assegnazione Premio Italia, promosso dal MAXXI).

 

--------------------------------------------------------------------------------

 

La ricerca di Giorgio Andreotta Calò gravita intorno alla dimensione dell’attraversamento, intesa come un percorso di avvicinamento all’opera, che si sviluppa mediante un processo di prelievo di frammenti dalla realtà e di riappropriazione del paesaggio e della sua storia. Utilizzando come materia prima tanto il singolo frammento quanto intere architetture, materiali di recupero, oggetti esposti nel tempo agli agenti atmosferici, Andreotta Calò arriva a creare situazioni al limite tra operazioni partecipative e interventi architettonici diretti. L’opera che si presenta al pubblico perciò non è mai un oggetto realizzato ad hoc o semplicemente il risultato di un progetto, ma è bensì l’insieme di un processo di ricerca e di un tempo calati nella fisicità della materia, che ottiene la sua “forma” dall’ambiente con cui interagisce e dalle energie che si sprigionano al suo interno.

 

Mara Ambrožič Verderber

 

--------------------------------------------------------------------------------

 

Sabato 8 ottobre 2022

 

Galleria d'Arte Moderna Achille Forti

cortile Mercato Vecchio, Verona

ingresso gratuito dalle 11 alle 19 (ultimo ingresso alle 18.30)

 

Palazzo Forti

via A. Forti 1, Verona

ingresso gratuito dalle 12 alle 18.30

 

Dalle 16 alle 17, a Palazzo della Ragione, un'operatrice didattica sarà a disposizione per accogliere i visitatori e presentare la galleria e la collezione, introducendo il progetto Remoto di Giorgio Andreotta Calò.

Per informazioni: Segreteria didattica dei Musei Civici Cooperativa Le Macchine Celibi, dal lunedi al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16 - il sabato dalle 9 alle 13.

tel. 045 8036353 – 045 597140, segreteriadidattica@comune.verona.it

 

Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Achille Forti
Visualizza nella mappa
Cortile Mercato Vecchio, 6, 37121, Verona, VR, Italia
Contatto
Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Achille Forti
Cortile Mercato Vecchio, 6, 37121, Verona, VR, Italia
Telefono: 045 8001903
Usiamo cookie per ottimizzare il nostro sito web ed i nostri servizi.Leggi tutto
Su questo sito web viene utilizzato Google Analytics (GA4) come cookie analitico di terze parti, al fine di analizzare in maniera anonima la navigazione e di realizzare statistiche sulle visite; l’indirizzo IP degli utenti non è “in chiaro”, pertanto, questo cookie viene equiparato ai cookie tecnici e non richiede il consenso dell’utente.
Accetta
Rifiuta